Ecomaps

Innovazione nella gestione dei rifiuti speciali mediante geolocalizzazione

Newsletter

Pfand una strategia di smaltimento di plastica e vetro, ben consolidata in Germania

30 Gennaio 2018

Lo scorso weekend, mi sono permessa un piccolo viaggetto di piacere a Berlino, una città molto affascinante che ho visto cambiare negli anni e che ha la capacità di sorprendermi tutte le volte che ritorno. Per acquistare qualche scorta di cibo da consumare durante la permanenza, mi sono recata ad un supermercato Kaufland non molto distante da Alexander Platz. Appena entrata, sono rimasta piacevolmente incuriosita dalla presenza di "macchinette automatiche" appositamente studiate per il ritiro di bottiglie. Cosa che non avevo notato nel mio precedente viaggio nel 2006. Ho potuto appurare che al termine dell’operazione, all’utente veniva restituito uno scontrino con su scritto l’importo accumulato, che può essere riscosso alla cassa oppure decurtato dalla spesa.


E’ da molti anni che in Germania esiste il "Pfand" (o normativa Dpg Deutsche Pfandsystem GmbH) che si può tradurre in italiano con “vuoto a rendere”, un sistema di riciclaggio di plastica e vetro, che si è evoluto nel tempo ed è diventato ormai estremamente efficiente.


Ma in che cosa consiste esattamente lo Pfand?

E’ una sorta di deposito cauzionale o più semplicemente un "pegno" sul prodotto acquistato che viene restituito al cliente, nel momento in cui riporterà al commerciante il contenitore vuoto.


Esistono due tipi di Pfand: quello relativo alle bottiglie usa e getta (Einwegflashen) che è stato introdotto dal 2003 e quello invece relativo alle bottiglie di vetro e di plastica dura che possono essere lavate, sterilizzate e riutilizzate nuovamente (Mehrwegflaschen).


Per le bottiglie di birra in vetro riutilizzabili (di tutte le dimensioni) lo Pfand è di 0,08 €,


per le bottiglie di birra con chiusura a clip 0,15€,


per le bottiglie di acqua minerale riutilizzabile (vetro o PET)  0,15€ e in casi eccezionali a 0,25€


per bottiglie per succhi di frutta o bevande analcoliche 0,15€,


per alcune bottiglie di vino da 1L 0,02/0,03€,


tutte le bottiglie e lattine usa e getta 0,25€.



Quindi le bottigliette possono essere riportate direttamente al commerciante oppure possono essere depositate in contenitori automatici, che riconoscendo l’etichetta sul prodotto compiono una selezione separando le varie tipologie di contenitore. In questo modo, viene favorita la raccolta e il riciclaggio di plastica e vetro, l’utente infatti è invogliato a riportare indietro il vuoto per riavere una piccola somma in denaro.


In Italia solo di recente, siamo ritornati a parlare di “vuoto a rendere”, una buona pratica che era in uso negli anni ‘80. Infatti dal regolamento del ministero dell’ambiente, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale a luglio 2017 ed entrato in vigore il 10 Ottobre scorso, è prevista:


una fase di sperimentazione su base volontaria del sistema del vuoto a rendere su cauzione per gli imballaggi contenenti birra o acqua minerale serviti al pubblico da alberghi o residenze di villeggiatura, ristoranti, bar e altri punti di consumo”.


L’esercente quindi che aderisce a questa iniziativa dovrà esporre all’ingresso del bar, del ristorante, dell’albergo, un simbolo che evidenzierà il suo intento. La fase sperimentale durerà un anno e permetterà di ricevere all’utente dai 5 ai 30 centesimi a seconda del volume del contenitore.


Un buon input questo, che speriamo possa andare avanti e non si concluda fra poco meno di un anno!


Scritto da Sara Falsini

Condividi questo articolo su

Iscriviti alla nostra

Newsletter

Si No

Ho letto l'informativa sulla privacy ed acconsento al trattamento dei miei dati personali*

Progetto
Ecomaps

Ecomaps è un progetto finanziato nel quadro POR CreO Fesr 2014-2020 e prevede la realizzazione di una piattaforma online che consente di facilitare ed ottimizzare lo smaltimento dei rifiuti speciali. Si tratta di uno strumento web, accessibile e potente che mette in comunicazione tutti coloro che hanno bisogno di smaltire un rifiuto, con chi ne ha la capacità e la struttura necessaria. Nell’ambito di questo progetto il lavoro di Ecomaps news sarà quello di fornire un’assistenza tecnica ai metodi di riciclaggio, ci auspichiamo inoltre, che questo blog offra spunti di dibattito e riflessione.

Leggi Tutto
Ecomaps